UN RISTORO PONTE VERDE – Cucina macrobiotica e natura ai Boschi di Carrega

UN RISTORO PONTE VERDE

Cucina macrobiotica e natura ai Boschi di Carrega

Tu credi alle coincidenze? Io SÌ e le chiamo connessioni.

A tal proposito ti invito a leggere questo interessante articolo dopo che ovviamente avrai terminato di leggere il mio 🙂

Una domenica ricevo un volantino dalla mia maestra di yoga, che mi informa di un evento ai Boschi di Carrega. La mia attenzione si sposta immediatamente sulla cena macrobiotica, organizzata da Un ristoro Ponte Verde!

Un Ristoro Ponte Verde
Un Ristoro Ponte Verde

E’ da diverso tempo che mi incuriosisce la cucina macrobiotica, ma ancora non ne conosco quasi nulla e quindi, nonostante quella domenica fossi impegnata, scrivo agli organizzatori per chiedere di essere inserita nella mailing list per partecipare in futuro.

Mi rispondono Alberto e Daria che collaborano nell’organizzazione e rimango particolarmente colpita dalla gentilezza e dalla delicatezza della loro risposta.

Non dovrò attendere una loro email perché solo qualche giorno più tardi vengo di nuovo raggiunta dalla locandina di un nuovo evento: prendo subito contatto con Alberto e Daria e, questa volta, riesco a partecipare ad uno dei diversi momenti di condivisione organizzati da Un ristoro Ponte Verde nella settimana dell’amore <3

Questo speciale weekend è promosso dall’Associazione per la Decrescita Felice di Parma.

Parliamo di Amore, cuciniamo con Amore, poiché è anche attraverso il cibo che trasmettiamo il nostro Amore. Di passo in passo scopriamo che per guarire i mali dell’umanità abbiamo una sola ricetta: mettere Amore in tutte le cose che facciamo.”

Corso di Cucina Macrobiotica Dieta Ma-Pi 4 con preparazione dolci

Alle 14.30 mi presento in largo anticipo perché, come i bimbi, fremo quando mi attende qualcosa che desidero: il mio desiderio di conoscenza, nel campo dell’alimentazione vegetale e naturale, è sopra ogni altra cosa il più insaziabile.

Ovidio mi accoglie e, giustamente, mi fa notare che sono in anticipo; io, a mia volta, gli faccio notare che quel tempo è voluto: è un attimo tutto dedicato ad osservare il luogo che mi accoglie.

Un ristoro Ponte Verde è accogliente e rilassante come dice il nome stesso, la stufa a legna profuma l’ambiente di legno e di calore. Le due stanze sono essenziali, ordinate e curate. Tutt’intorno sono ben in mostra prodotti alimentari macrobiotici e naturali in vendita, e diverse letture: dalla macrobiotica a temi sulla natura.

Mi piace notare come ogni sala abbia un unico tavolo per accogliere chi desideri fermarsi per un orzo, per un succo e un pezzo di torta fresca, o per un pasto. L’idea di condividere il momento del cibo con altre persone mi piace perché puoi scoprire molto degli altri, da come e cosa mangiano.

Anche se apparentemente alcuni umori la fuori farebbero pensare il contrario, oggi c’è un ritorno a sentimenti di unione e di comunità: le persone animate da questi sentimenti sono silenziose e delicate. Non fanno rumore come chi tenta di dividere, ma ti assicuro che ci sono cuori carichi di fiducia intorno a te.

Occorre, prima di tutto, uscire dallo schema sociale per cui “certe cose” sono riservate solo a amici e famiglia. Ti stupirai scoprendo che sarà con perfetti sconosciuti, i quali magari condividono le tue stesse passioni o filosofie, che potrai ricevere maggiore comprensione. Solo aprendo i nostri occhi e i nostri cuori a un orizzonte sconosciuto potremo proseguire nel nostro cammino di crescita e consapevolezza.

IL CIBO E’ VITA

Ovidio, nativo delle Marche e emiliano per amore, ci spiega perché, più di 30 anni fa, si sia avvicinato alla cucina macrobiotica. Tutto iniziò per un problema di salute: dopo aver tentato diverse cure senza successo, ha deciso di fidarsi dei consigli forniti da Un Punto Macrobiotico di Fano, fondato da Mario Pianesi.

Infatti, sarà attraverso la cucina macrobiotica che Ovidio risolverà i suoi problemi di salute e inizierà un nuovo percorso di amore con se stesso e con la natura che lo circonda, attraverso l’alimentazione naturale macrobiotica.

La macrobiotica (grande vita) viene dall’antica Cina e si incentra sull’osservazione della natura e dei fenomeni che la muovono e sull’equilibrio tra yin e yang, le due forze generatrici dell’universo.

La macrobiotica è spesso definita come una disciplina energetica proprio perché classifica i cibi in relazione alle differenti forme di energia che li contraddistinguono e studia gli alimenti e le bevande in base alla loro matrice energetica, ricercando costantemente l’equilibrio tra yin e yang.

Tale equilibrio fa si che ogni pasto sia il più possibile equilibrato, senza che vi sia un eccesso di forza maschile (yang) o di forza femminile (yin).

Quando ci troviamo in una situazione di disequilibrio alimentare saremo più soggetti a malattie.

Un ristoro Ponte Verde vuole, attraverso Ovidio e Enrica, promuovere la conoscenza di questa antica disciplina soprattutto attraverso la cucina, offrendo pasti preparati con conoscenza e amore a tutti gli avventori del ristoro, nonché corsi per chi volesse approfondire.

E io ti invito a farlo! Scoprirai un mondo davvero interessante.

Io ho nuovamente ricevuto conferma del fatto che vi sia una stretta connessione tra esseri viventi e natura e solo il rispetto e l’amore per questi ultimi ci regalerà una vita piena, serena e in salute.

I piatti proposti da Un ristoro Ponte Verde sono principalmente basati su “zuppa e piatto misto”: al centro ci sono cereali, verdure di stagione e legumi, prodotti e lavorati senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi.

Ma a noi Ovidio ed Enrica hanno riservato dei dolcetti di Carnevale speciali!

E’ la prima volta che esco da un corso di cucina senza aver scattato una sola foto. Il motivo è impresso in un quadretto appeso nella sala d’entrata, che invita le persone a calarsi pienamente nell’esperienza che andranno a fare in quel luogo, anche se si tratta semplicemente di gustare un té. Ho abbandonato la tecnologia per un attimo e ho ascoltato le sensazioni che quel luogo, ciò che c’era dentro e fuori, mi evocavano.

Quindi oggi tante parole e poche immagini, ma spero che con le mie parole tu possa dar sfogo a tutta la tua immaginazione e creare il tuo Ristoro Ponte Verde. Un giorno verrai a trovare Ovidio e Enrica e scoprirai se è migliore la realtà dell’immaginazione, e di solito la supera sempre.

TORTELLI DI CASTAGNE (fritti o al forno – stessa preparazione ma differente cottura)

L’impasto si compone di:

  • 1kg di farina 1
  • 150gr di olio di girasole
  • 200gr di malto di riso
  • 300/400gr di pasta madre
  • un pizzico di sale

L’impasto va lasciato 2h al caldo.

Per il ripieno:

  • castagne cotte per 30 minuti
  • pinoli
  • uvetta
  • malto di riso
  • biscotti vegan sbriciolati per addensare il composto

Stendete la vostra pasta, create dei dischetti, riempite un dischetto con il composto, per poi chiuderlo. Potete optare per il tipo di cottura che preferite: fritti o al forno.

Con lo stesso impasto abbiamo fatto delle “chiacchiere”, dolce tipico di Carnevale, semplicemente tagliando delle strisce rettangolari e friggendole.

TORTELLI E CROSTATINE CON RIPIENO DI MARMELLATA

In questo caso, per la frolla occorrono:

  • 500gr di farina 1
  • 50gr di olio di girasole
  • 100gr di malto di riso
  • un pizzico di sale
  • pasta madre
  • scorza di limone grattuggiata

Stendete la vostra pasta, create dei dischetti, riempite il dischetto con il composto di marmellata che preferite, per poi chiuderlo. Oppure inserite il dischetto di pasta in uno stampo da crostata e inserite il composto di marmellata (se troppo morbido potete usare lo stesso trucchetto utilizzato nel composto di castagne di cui sopra).

Tutti i prodotti utilizzati erano biologici e privi di sostanze chimiche di sintesi.

Per entrambi gli impasti, se necessario, puoi usare del succo di mela come liquido.

Enrica mi ha dato un’idea fantastica per un ripieno per crostate insolito, che proverò sicuramente: una crema dolce fatta con il cous cous. Custodirò questa ricettina segretamente per me.

Spero tu abbia la fortuna di visitare un giorno Un ristoro Ponte Verde e che tu possa incontrare Enrica e Ovidio, due meravigliose anime che hanno un sogno comune: diffondere un’alimentazione naturale ed equilibrata nel rispetto/amore per la natura e tutti gli esseri viventi.

Chiudo questo articolo come l’ho aperto: le coincidenze o connessioni accadono solo quando si è davvero pronti.

GRAZIE!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *