Parma Etica Festival 2017

“We have a dream” – Martin Luther King

Inizia in questo spirito e con questo motto il Parma Etica Festival 2017 che si terrà, per la quarta edizione, venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 giugno al Parco ex Eridania di Parma.

Il Festival più che un sogno è una missione, inseguita con totale dedizione da diversi volontari che, in nome di un’ideale, si impegnano per promuovere uno stile di vita sano ed etico.

Incontro Simonetta, vice presidente di Parma Etica, per una piacevole chiacchierata su questo lungo, gratificante ma anche spesso faticoso percorso che l’ha portata alle porte della quarta edizione di Parma Etica. Grazie a lei ti riporto oggi qualche aneddoto e news sul ricco programma di quest’anno, in attesa di diventare finalmente noi i protagonisti del più grande evento etico d’Europa.

Lo scopo di Parma Etica

Molte persone associano il Festival ad un evento incentrato sull’alimentazione vegana, ma questa manifestazione è molto di più.

Parma Etica dedica ampio spazio alla sostenibilità ambientale, oltre che al cibo vegetale, sano, buono ed etico.

Stiamo attraversando un preciso momento storico in cui il tema ambientale si ripercuote a livello sociale, culturale ed economico. E’ divenuto prioritario, soprattutto per l’impatto che le attività di noi uomini hanno avuto fino ad oggi sull’ambiente, sensibilizzare a uno stile di vita etico, per migliorare non solo la qualità delle nostre vite, ma per rendere il luogo in cui viviamo sostenibile e pertanto migliore.

Inoltre, l’attenzione degli organizzatori è soprattutto rivolta ai bambini che rappresentano il futuro del nostro pianeta e, per questo motivo, molte attività ludiche ed educative sono state pensate per loro.

Grazie a chi

Come dicevo prima, un gruppo di volontari lavora tutto l’anno per organizzare eventi, sempre in linea con la filosofia del Festival, che servono per raccogliere fondi.

Parma Etica ASD (affiliata ACSI) e i suoi volontari sono supportati dal Comune di Parma (Assessorato al Turismo e Commercio) e da La Pentola Magica” nella persona di Anna Callegaro, chef esperta di cucina naturale che cura la parte ristorazione del Festival.

Grazie all’autofinanziamento la manifestazione è gratuita. Se anche tu vuoi essere parte di questo sogno, partecipa ai tanti corsi organizzati durante l’anno, oppure ai diversi corsi tenuti dalle migliori blogger vegan d’Italia in occasione del Festival. Altre informazioni su come puoi sostenere l’evento sono disponibili sul sito www.parmaetica.com

Luogo dell’evento

Parma, Città creativa per la Gastronomia Unesco, è certamente un punto di riferimento per il settore food italiano e anche meta di tanti turisti che vengono nella nostra città per scoprire le nostre tradizioni e i prodotti enogastronomici che ci rendono unici e conosciuti in tutto il mondo.

Non potevamo aspettarci che la nostra città non fosse aperta ad accogliere un Festival etico, che promuove un cibo vegetale, cruelty-free e stili di vita attenti all’ambiente. La città del futuro deve essere green e pronta all’accoglienza di persone di diverse nazionalità, culture, abitudini alimentari e stili di vita. La città del futuro ha certamente interesse nel conoscere e nel formarsi per restare al passo e per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini e dei propri ospiti.

Le novità: grandi ospiti nazionali e internazionali e ampio spazio ai bimbi!

Tre i temi principali che caratterizzeranno il Festival: la Salute Umana e la prevenzione attraverso l’alimentazione, l’Ambiente in un’ottica di rispetto verso le risorse naturali, gli Animali e la loro salvaguardia.

Tanti gli ospiti: lo psicoanalista, scrittore e sanscritista statunitense Jeffrey Moussaieff Masson, autore di numerosi best sellers tra i quali “Il maiale che cantava alla luna”e “Quando gli elefanti piangono”; sua moglie la Dott.ssa Leila Masson, pediatra e autrice della guida “La salute dei bambini, dalla A alla Z”; la psicologa, studiosa di sciamanesimo, scrittrice e documentarista svizzera Selene Calloni Williams; il teologo Vito Mancuso, autore di molti saggi di grande successo tra i quali, i suoi ultimi, “Io Amo” e “Dio e il suo destino” e la giornalista di Il Fatto Quotidiano nonché scrittrice di “Tritacarne”, Giulia Innocenzi.

Undici i corsi di cucina curati da blogger italiane diventate un punto di riferimento per gli appassionati.

Una lunga lista di conferenze, laboratori e workshop di diversi focus: agricoltura naturale, relazione ambiente-natura-salute umana, ecologia etica ambientale, produzione sostenibile, riciclo, alimentazione sana e naturale per adulti e bambini, animali e come proteggerli, benessere mente-corpo-anima.

Espositori da tutta Italia porteranno le loro prelibatezze e i loro prodotti artigianali. Alcuni di questi espositori quattro anni fa erano piccoli produttori o piccole associazioni. Oggi, grazie anche a questa occasione, sono cresciuti e a volte si sono uniti: da queste unioni sono nate realtà che sono riuscite più facilmente a emergere in un mercato ancora di nicchia.

Tanta musica, arte, danza, mostre, spettacoli e divertimento!

Largo ai bimbi: loro sono il nostro futuro, dei preziosi semi da coltivare con amore.

Lo spazio “diamoci una mossa” è pensato per diverse attività sportive, salutari e divertenti, rese possibili grazie al supporto di ASD Polisportiva COOP PARMA 1964 e Scout CNGEI di Parma. Non mancheranno anche per i bambini laboratori gratuiti di cucina naturale ma non solo … danza, arte circense, lettura con la biblioteca viaggiante de La Sajetta e giochi incentrati sui metodi di produzione di energie rinnovabili, il tutto con l’unico obiettivo di imparare divertendosi.

Le attrazioni principali quest’anno saranno una grande parete da arrampicata e i percorsi animati dagli “animali fantastici” dei Mutoid Waste Company, che realizzano le loro opere attraverso il riciclo.

I bimbi dicono…

Simonetta sorride ricordando alcuni bambini incontrati nelle passate edizioni; le hanno lasciato ricordi cari e le hanno confermato che questo Festival ha a cuore proprio loro.

Ricorda di un bimbo che, avvicinandosi ad un espositore e felice di averlo ritrovato dall’anno precedente, disse “noi verremo per sempre e cambieremo il mondo”, come a voler incoraggiare il piccolo produttore etico nel prosieguo del suo complesso cammino e a rassicurarlo sul futuro, che a volte pare incerto ma a quanto pare incerto non è.

Un altro bimbo, invece, leggendo la frase di Einstein “Nulla contribuirà alle possibilità di salvezza del mondo quanto l’evoluzione verso una dieta vegetariana” disse “papà se c’è riuscito lui puoi riuscirci anche tu” e ne siamo certi anche noi: l’intento di diventare vegetariano è decisamente impresa più semplice di molte altre perseguite da Einstein 🙂

Sostenitori

Sono moltissimi i sostenitori che ci hanno “messo la faccia” proprio per citare l’invito di Parma Etica nella sezione del sito dedicata alle modalità per contribuire al Festival. L’evento può contare anche sul sostegno di personaggi famosi che, grazie anche alla loro notorietà, lo hanno reso maggiormente visibile. Ricordiamo Mirco Bergamasco e a breve anche Rosita Celentano dedicherà uno spazio a Parma Etica all’interno del programma “Chiedimi se sono felice” di Radio24: l’intervista a Simonetta andrà in onda il 30 aprile … se questo articolo ti ha incuriosito non perderti anche questa intervista!

Parma Etica per me

Ci sono luoghi dove le relazioni, il contatto umano, lo scambio di idee e di pensieri, la contaminazione hanno ancora un valore fondamentale. Parma Etica è questo luogo, ancor prima di essere un’occasione per accrescere la nostra conoscenza e per provare ad assumere un ruolo importante nella nostra vita: il ruolo di chi si prende cura della propria salute, di chi protegge coloro, persone o animali, che condividono lo stesso viaggio su questo pianeta e di chi rispetta l’immensa sfera che ci ospita. Parma Etica deve esserci perché io ho il diritto di conoscere e ho il diritto di scegliere.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *